L'Idea Subheading

Libri liberati nasce per consentire di leggere i testi di ‘dominio pubblico’ (cioè liberi dal diritto d’autore), senza bisogno di scaricare app o file pdf o epub. Basta essere online, scegliere il libro e goderselo direttamente sul proprio telefonino o tablet o computer.

Sono di dominio pubblico le opere che hanno perso il diritto d’autore, solitamente dopo settanta anni dalla morte della scrittrice o scrittore. Non è sempre facile però riuscire a leggere questi testi, per due motivi. Se il libro viene ristampato ci sono dei costi da sostenere per la produzione del cartaceo. Oppure non è facile perché bisogna registrarsi a delle piattaforme o avere dispositivi particolari (come Kindle o Kobo) per poter leggere.

Oggi sono attivi due progetti per la fruizione effettivamente gratuita dei testi di lingua italiana: https://it.wikisource.org/wiki/Pagina_principale e il progetto Manuzio www.liberliberi.it

Tali progetti stanno da tempo facendo un lavoro fondamentale per rendere disponibili in rete i testi in lingua italiana (originali o traduzioni). Libri liberati viene dopo, non solo temporalmente ma anche logicamente, perché a partire da quei lavori fa un’opera di riformattazione e ridigitalizzazione per consentirne una lettura diretta e immediata sul supporto utilizzato, senza neanche dover fare il download di libri in pdf o epub. La missione di questo sito è soprattutto divulgativa.

Speriamo che sia utile a tante persone diverse: agli studenti che già devono pagare i libri di studio, a chi cerca di ritrovare un passaggio o una citazione, ai tanti amanti della letteratura in lingua italiana che – soprattutto all’estero - fanno fatica a trovare i testi, a lettrici e lettori di tutte le età che possono così leggere o rileggere testi facilmente e gratuitamente.

Può accadere che i testi presentati siano imperfetti, nel caso oltre a chiedere l’indulgenza chiediamo al lettore anche l’aiuto di segnalarlo Aiuterà chi leggerà dopo di lei o di lui.